Ricette per Lughnassad

E nella prima festa dedicata al raccolto, le ricette comprendono soprattutto le verdure fresche e la creazione del pane. Sfornatelo e non dimenticate di dare le briciole agli uccellini.

 

null

 Torta farfallina

250 gr di farro
200 gr ricotta fresca
3 uova
2 cucchiai pecorino grattugiato
1 cucchiaio prezzemolo tritato
1 cucchiaio maggiorana fresca
un pizzico di noce moscata
sale e pepe q.b

Fate cuocere il farro in una pentola con dell’ acqua bollente per circa 40 minuti. Scolatelo e passatelo al mixer in modo da ottenere una purea, salate, pepate e aggiungete il resto degli ingredienti. Amalgamateli bene e poi versate il tutto in una tortiera del diamentro di circa 24 cm. preventivamente imburrata e spolverizzata con del pane grattugiato. Fate cuocere in forno a 180º per circa 40 minuti il tempo necessario a che si dori bene.
E’ ottima mangiata subito ma anche fredda.

 Crostata delle stelle cadenti

Per la pasta:
250 g di farina
200 g di zucchero
180 g di burro
3 tuorli d’uovo
oppure
1 panetto di pasta frolla fresca
gelatina di lamponi
1 cestino di lamponi
1 cestino di fragoline
1 cestino di mirtilli
zucchero a velo

Se usate il panetto di pasta frolla fresca non fate altro che foderare con questa pasta la tortiera, imburrata e infarinata, e poi procedete come spiegato più avanti.
Se invece preferite fare tutto in casa, fate ammorbidire il burro fuori dal frigorifero per almeno due ore. Mettete poi in una ciotola la farina, lo zucchero, i tuorli d’uovo ed il burro a fiocchetti.
Impastate fino a formare un impasto elastico che aiuterete a staccarsi dalle mani infarinandole regolarmente. Formate una palla e lasciatela riposare per mezz’ora in frigorifero. Imburrate e infarinate una tortiera a bordo estraibile del diametro di 24 cm e foderatela con la pasta che avrete steso, con l’aiuto di un mattarello, su un piano infarinato. Punzecchiate la pasta con una forchetta, ricopritela con carta oleata su cui verserete dei fagioli secchi e fate cuocere nel forno a 190° per circa mezz’ora.
Quando la crostata è bella dorata, sfornatela e fatela raffreddare.
Cinque minuti prima di servirla, spalmatela con la gelatina di lamponi, ricopritela con i frutti di bosco ed il kiwi sbucciato. Al momento di servirla, spolverizzatela con dello zucchero a velo.

null

 Zuppa della festa

350 g orzo perlato
500 g code di gambero sgusciate
2 l brodo vegetale
1 carota a dadini
1/2 cipolla, a dadini
1 gambo di sedano a dadini
3 cucchiai olio extravergine di oliva
1/2 bicchiere vino bianco secco
un rametto di finocchietto
sale e pepe

Lavate accuratamente l’orzo sotto l’acqua corrente e poi cuocetelo in una casseruola con il brodo per circa un’ora. In una padella, scaldate a fuoco basso l’olio, unite le verdure a dadini e fatele appassire mescolandole spesso e, se ce ne fosse bisogno, aggiungendo un po’ d’acqua. Unite poi le code di gamberi tagliate a pezzetti e fatele rosolare a fiamma vivace. Salate, pepate, unite il finocchietto spezzettato, bagnate con il vino, lasciatelo evaporare e togliete il tutto dal fuoco. Quando l’orzo è cotto, incorporateci i gamberi con il loro sugo, mescolate con delicatezza, aggiustate di sale e pepe, e fate intiepidire questa squisita zuppa nella zuppiera e poi servite.

 Mafaldine contadine

350 g di mafaldine
200 g di melanzane
200 g di zucchine
400 g di pomodori maturi e sodi
1 mazzetto di basilico
1 cipolla
7 cucchiai di olio d’oliva extravergine
3 cucchiai di formaggio grana grattugiato
100 g di formaggio emmental
1 peperone rosso
sale e pepe

Spuntare le melanzane, lavarle e asciugarle e dividerle a listerelle; metterle in una colapasta cospargerle con un pizzico di sale e farle riposare per 30 minuti circa affinché perdano l’acqua di vegetazione. Nel frattempo, tritare grossolanamente l’emmental e tenerlo da parte. Pulire il peperone, lavarlo, e tagliarlo a listerelle. Spuntare le zucchine, lavarle e tagliarle a rondelle. Lavare e spezzettare il basilico; sbucciare la cipolla, lavarla e tritarla finemente. Fra scottare i pomodori in acqua bollente, scolarli e privarli della buccia, dei semi, dell’acqua di vegetazione tritare grossolanamente la polpa.Mettere un cucchiaio di olio in una padella e farvi rosolare le listarelle di peperone; insaporire con un pizzico di sale e cuocere per 5-6 minuti. Mettere 4 cucchiai di olio in un tegame e farvi appassire brevemente la cipolla tritata; unirvi le zucchine e le melanzane, farle rosolare per 3-4 minuti, poi aggiungere le listerelle di peperone e i pomodori; continuare la cottura per 15-20 minuti, insaporire con un pizzico di sale e pepe e al termine della cottura aggiungere il basilico spezzettato. Cuocere la pasta, scolarla al dente e condirla con due terzi del ragù di verdure e con il grana grattugiato; disporla a strati in pirofila spennellata con l’olio rimasto, alternando con strati di ragù ed emmental e terminando con il formaggio; porre in forno a 190°C per 10 minuti, finché la superficie sarà leggermente gratinata e servire caldo o tiepido a piacere.

null

 Spiedini del mare

800 g di pesce tagliato a cubetti di circa 3 cm
alloro
2 cucchiai prezzemolo tritato
1 cipolla
2 cucchiai di succo di limone
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe q.b.
6 spiedini di legno

Infilate il pesce a cubetti nello spiedino, bagnato nell’ acqua per evitare che si bruci durante la cottura, alternandolo con le foglie di alloro.
Frullate la cipolla con l’olio, il limone, il sale ed il pepe e fateci marinare gli spiedini di pesce in questa salsina per mezzora nel frigorifero.
Adagiateli poi su una teglia leggermente unta di olio e fateli cuocere sotto il grill del forno per circa 10 minuti, bagnandoli con la loro marinata e girandoli spesso in modo che si cuocino uniformemente da tutti i lati.

 Pannocchie di Lugh

4 pannocchie di mais
zenzero fresco grattugiato
3 spicchi d’aglio tritati
2 cucchiai d’acqua
2 cucchiaini di peperoncino fresco tritato
2 cucchiaini di pepe verde schiacciato

Mescolare lo zenzero, il peperoncino, il pepe e l’acqua in un piatto fondo. Passare le pannocchie nelle spezie e metterle in un cestello per la cottura a vapore, foderato con carta da forno. Mettere il cestello su una pentola con acqua in ebollizione, coprirlo e far cuocere per 15-20 minuti. Servirle subito.

 Cipolle a sorpresa

4 cipolle bianche rotonde
50 gr mollica di pane raffermo
60 ml panna liquida
30 gr di parmigiano grattugiato
60 gr di Emmental
1 uovo intero
1 cucchiaio di zucchero
2 rametti di dragoncello
Sale e pepe

Portare a bollore l’acqua con lo zucchero e il sale. Sbucciare le cipolle. Versarle nella pentola, cuocerle 25 minuti a fiamma bassa, con il coperchio. Scolarle e farle raffreddare. Togliere dalla parte più appuntita la calotta. Scavare le cipolle, formando 4 scodelline. Sistemarle capovolte su un telo. Tritare l’interno con il dragoncello, unirvi parmigiano, sale e pepe. Aggiungere la mollica inumidita con la panna e l’uovo intero. Mescolare, schiacciando la mollica. Aggiungere l’Emmental tagliato a dadini. Farcire le cipolle con il ripieno. Infornare 10 minuti a 220°C. Abbassare la temperatura a 190°C, cuocere altri 15 minuti. Trasferire tutto su un piatto da portata e servire con il dragoncello rimasto.

 Linguine della Luna Nuova

280 gr di linguine
400 gr di code di gamberi
200 gr di fagiolini
1 spicchio d’aglio
100 gr di yogurt bianco
Succo di 1 limone
100 gr di olive verdi e nere snocciolate
Erba cipollina
1 piccola carota
1 costa di sedano
1 piccola cipolla
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale e pepe

Pulire i fagiolini, eliminando le estremità. Lavarli e dividerli a metà. Pulire l’aglio e tritarlo. Tritare anche le olive. Disponi i fagiolini nel cestello per la cottura al vapore. Sistemarlo nella pentola e versare sul fondo acqua sufficiente a sfiorare il fondo del cestello. Coprire, portare a ebollizione e cuocere per 5-6 minuti, finché i fagiolini saranno cotti. Scolarli e tenerli da parte. Lavare i gamberi, sgusciarli ed eliminare il filetto nero. Spellare la cipolla e la carota , lavarle insieme alla costa di sedano. Mettere le verdure nella pentola con l’acqua e portare a bollore. Scottare i gamberi nel brodo vegetale bollente, sgocciolarli e asciugarli. Tenerli da parte, conservando il brodo di cottura.
Mescolare in una ciotola l’aglio con lo yogurt. Unire poco succo di limone, sale, pepe, le olive tritate, prezzemolo e basilico. Irrorare la salsa con due cucchiai di olio. Lessare la pasta nel brodo. Scolarle, raffreddarle sotto il getto dell’acqua fredda, scolarle ancora e versarle nella ciotola con il condimento e irrorarle con un cucchiaio di olio. Unire i fagiolini, gamberi, sale e pepe e mescolare. Completare con erba cipollina e servire.

Tortini delle Fate Irlandesi

150 gr di Farina
120 gr di Zucchero
2 uova
120 gr di burro
lievito
un pizzico di latte

Mettete il forno a riscaldare sui 250 gradi.
Utilizzando un frullino, mischiate tutti gli ingredienti tranne il latte.
Se la mistura ha un aspetto troppo farinoso aggiungete il latte per farlo diventare cremoso. Dovrebbe facilmente staccarsi da un cucchiaio.
Prendete degli stampini per tortini e mettete il composto in ognuno. Ci dovrebbe essere abbastanza per farne 6 normali e 12 piccoli. Metteteli in forno per circa 20-30 min o finchè non diventano dorati.

Variazione : Quando i tortini sono pronti, togliete la parte superiore e mettete un cucchiaio pieno di marmellata. Quindi il pezzo che avete tagliato via, tagliatelo a metà e mettetele sopra il tortino nella marmellata così che stanno su e sembrano ali di uccelletti.
Un grande simbolo dell’ elemento dell’aria e sono buonissimi.

 Pane del Sole

Per prima cosa fate un bell’impasto del vostro pane preferito e che siete soliti fare da soli, o cercate in un ricettario una buona ricetta per fare il pane.
Quando è cresciuto, prendete 2/3 dell’impasto e fate un disco rotondo e appiattito e mettetelo su una superficie unta.
Fate una specie di palla piatta con il terzo rimanente e centratelo sulla superficie del disco largo. Lavorate i bordi della palla + piccina nell’impasto del disco grande per unire i due.
Con un coltello o un paio di forbici, tagliate il cerchoio esterno in segmenti e attaccateli come raggi del vostro Sole.
Mettete in forno.
Il tempo dovrebbe essere la metà di una normale cottura per il pane, voi però tenetelo d’occhio, il tempo può variare drasticamente dipendendo dallo spessore della forma che avete fatto.

 Zuppa di Patate

60 gr di Margarina
1 pezzo di aglio, sminuzzato
2 piccole cipolle sbucciate
sale e pepe
3 grandi patate, pelate
un pizzico di timo, alloro e prezzemolo
un pò di latte
Erba cipollina per decorare

Sciogliete il burro in una grossa pentola e aggiungete le patate tagliate molto finemente e le cipolle. Giratele per benino nel burro. Mettete un coperchio alla pentola e permettete alle verdure di cuocere per circa 10 minuti.
Non fate diventare le verdure marroncine. Aggiungete il latte e tutti gli altri ingredienti, tranne l’erba cipollina e lasciate cuocere per circa 30 minuti.
Mettete le spezie.
Mettete tutto nel frullatore per circa 1 minuto.
Mettete nei piatti decorandola con l’erba cipollina

null

 Biscotto arrotolato alla crema bianca

base: pasta rapida non lievitata
Pasta:
3 cucchiai di zucchero
3 uova
3 cucchiai di farina

Crema:
100 g di burro
100 g di zucchero
1 chiara d’uovo
1 pizzico di vaniglina

Rifinitura:
100 g di mandorle

Porre i tuorli in una terrina con lo zucchero e montarli. Unire delicatamente la farina e poi le chiare montate a neve. Imburrare un foglio di carta spesso di 25 cm per lato e ponetevi sopra il composto (1/2 cm), infornare per pochi minuti, rovesciare sulla tavola e far freddare. Ridurre il burro liquido, montarlo a crema poi aggiungere lo zucchero ed amalgamare, unire la chiara montata a neve, profumare con vaniglina. Bagnare la parte superiore della pasta con un po’ di Alchermes se lo si vuole, spalmarci sopra un po’ di crema ed arrotolare il quadrato e tenerlo un po’ in forma con le mani. Ricoprire con altra crema e spolverare con le mandorle. Lasciar riposare per un po’ di ore.

 Fusilli alle zucchine

Fusilli 300 g
Zucchine 500 g
Aglio, spicchi 2
Parmigiano grattugiato 2 cucchiai
Pecorino grattugiato 1 cucchiaio
Burro 20 g
Olio 3 cucchiai
Prezzemolo tritato 1 cucchiaio
Sale q.b.
Pepe nero q.b.

Mondate le zucchine, lavatele, fatele sbollentare per una decina di minuti in acqua salata in ebollizione, quindi scolatele, asciugatele e tagliatele a fettine.
Ponete una capace padella sul fuoco con l’olio, il burro e gli spicchi d’aglio, sbucciati e schiacciati, unitevi le fettine di zucchine e fatelerosolare per alcuni minuti; poi condite con un pizzico di sale e del pepe nero macinato al momento.
Fate cuocere i fusilli, scolateli bene al dente, versateli nella padella contenente le zucchine, mescolate e fateli saltare per alcuni minuti.
Eliminate allora gli spicchi d’aglio, poi aggiungete i formaggi grattugiati, mescolate di nuovo e infine unitevi il prezzemolo tritato.
Servite immediatamente in tavola.

 Farfalle degli gnomi

400 gr. di farfalle
8 zucchine piccole freschissime con i loro fiori
300 gr. di pomodori
un pizzico di zafferano
basilico in
foglie
mezza cipollina
uno spicchio d’aglio
olio extra vergine di oliva,
sale e pepe.

Staccate i fiori dalle zucchine e tagliate le zucchine a rondelle. Riducete i pomodori a pezzetti dopo averli sbollentati e privati della pelle e dei semi. Tagliate la cipolla e fatela sudare a fuoco lento nell’olio assieme
all’aglio. Aggiungete le zucchine, fate cuocere a fuoco vivo per 3-4 minuti quindi versate i pomodori, i fori di zucchine, lo zafferano e salate.
Coprite e lasciate cuocere per 3 minuti. Nel frattempo scolate la pasta al dente e fatela saltare nel sugo aggiungendo il pepe e il basilico.

 Crepes al profumo d’estate

125g. di farina,
150g. di latte,
un uovo,
150g. di frutti di bosco assortiti (more, ribes, lampone, mirtillo,
fragoline), 150g. di zucchero,
la scorza di mezzo limone non trattato,
rametti di menta,
burro.

Mondate, lavate e asciugate i frutti di bosco, dopodiché poneteli in un pentolino, dove avrete portato ad ebollizione abbondante ì acqua, zucchero e listarelle sottili di scorza di limone. Cuocete per una decina di minuti, quindi versate la frutta in una terrina e lasciatela raffreddare. Nel frattempo, preparate la pastella ì versando la farina in una terrina con
l’uovo sbattuto e il latte mescolando il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Versatelo a cucchiaiate in una padella e cuocetelo di volta in volta con poco burro, formando delle crepes. A mano a mano che esse saranno pronte, ben dorate su entrambi i lati, posatele su un piatto foderato di carta assorbente, dopodiché, riempitele di ì frutti di bosco,piegatele in 4 e servitele calde o fredde, decorando con foglie di menta.

 Polpettine al timo e maggiorana

300 g di carne magra di manzo macinata
2 cucchiaini di brodo
1 uovo
1 cucchiaino di vino bianco secco
1 rametto di timo e foglie di maggiorana
3 cucchiai di grana grattugiato
2 cucchiai di pangrattato
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva ligure
sale q.b.

Mescolate in una terrina la carne macinata, il grana, l’uovo sbattuto, le foglioline di timo e di maggiorana, mondate e lavate, e una presa di sale.
Ricavate da questo composto tante piccole polpette della dimensione di una noce che farete poi rotolare nel pangrattato. Fate scaldare l’olio extravergine d’oliva ligure in una padella e appena sarà caldo fate cuocere
per 5 minuti le polpettine. Sgocciolate l’olio dalla padella e irrorate le polpette con il vino, proseguite la cottura per altri 10 minuti, bagnando di
tanto in tanto le polpette con del brodo caldo che avrete preparato in precedenza. A fine cottura trasferite le polpettine su un piatto da portata e servitele ben calde in tavola.

null

 Crumble ai frutti di bosco

Per 4 persone:
frutti di bosco (a scelta tra lamponi, more, fragoline, ribes, mirtilli o misti) 500g
farina 100g
burro 60g
zucchero semolato 60g
cannella in polvere

Lavate delicatamente i frutti e asciugateli con cura per non sciuparli. Ungete una pirofila con poco burro e distribuitevi i frutti in uno strato uniforme. Mettete la farina, lo zucchero e il burro ben freddo tagliato a dadini nella coppa di un robot da cucina con un po’ di cannella e frullate rapidamente per circa 30 secondi. Trascorso questo tempo, dovreste ottenere un impasto a briciole. Versate l’impasto sopra la frutta e scuotete leggermente la pirofila perchè si distribuisca in modo regolare, ma senza livellarlo con una spatola. Infornate a 220° per circa 25°, o finchè la superficie non è dorata. Servite ancora caldo oppure tiepido.

Precedente LUGHNASADH - LUGHNASADH, LAMMAS, FESTA DEL GRANO,31 Luglio e 1° AGOSTO Successivo Il colloquio con gli Dei