Asineth

..la sua voce fece tremare la stanza
La Regina Bella urlò e Donnola e Coniglio non dissero nulla

Non puoi costringere Urugubala a dimenticare, ciò che Urugubala fu un tempo Urugubala è sempre

La Regina guardò il nano e sorrise, era il sorriso dell’ imminente crudeltà

Davvero?Non mi hai potuto fermare una volta, credi che con qualche piccolo incantesimo puoi fermarmi adesso?non ricordi che sono stati i tuoi stupidi contro incantesimi a provocare tutto questo?

Capii solo dopo che era giunto il tempo di rinnovarmi, ed ecco qui il Piccolo Re e l infante suo nel mio grembo..credi di potermi fermare?

No …rispose Urugubala

O speravi semplicemente che ti avrei lasciato morire?

Vostra Grazia mi ha permesso a lungo di vivere nella sua infinita misericordia

null

 

Il sorriso di Bella si allargò e le fiamme schizzarono dai suoi occhi ed incendiarono i vestiti di Urugubala che urlò..si alzò in aria, e li bruciò e bruciò

null

Improvvisamente le fiamme si spensero ed il nano cadde a terra..la Regina si avvicinò a lui lo guardò negli occhi, fammi entrare servo o ti brucerò per sempre

entra, entra disse lui, e guarda tutto…

 

 

 

Si contorse sul tavolo e sollevò la testa, le loro facce erano unite..Signora e Servo, Madre e Bambino..la testa di Urugubala sostenuta solo dallo sguardo di Bella

null

La verità, la verità, in nome delle Dolci Sorelle..lo so che sei stato tu..e credi davvero che Io non sia capace di sconfiggerlo, qualsiasi cosa sia?non mi farò minacciare da un miserabile mago che ha imparato i tuoi stupidi contro incantesimi

null

Non mettermi alla prova Urugubala, non te lo permetterò..gli toccò la fronte e il nano cadde dormiente senza traccia di bruciature

 

poi si rivolse a Donnola e Coniglio…mi piace che ricordiate cosa eravate e che mi odiate per questo, mentre sapete di non poter fare nulla
Urugubala vi puo ridare i vostri ricordi, ma rimpiangerete l antico oblio.Non chiedete a me. Chiedete a lui

null

Volse le spalle e andò via

Orem aprì la bocca per parlare ma Donnola gli mise un dito sulla bocca per rendere sicuro il suo parlare..Urugubala si mise a sedere sul tavolo..non farlo piu, tocca chi vuoi quello che vuoi ma non noi..siamo gli ornamenti della Regina, e lei non vuole che veniamo alterati

 

 

 

 

 

Mi dispiace, rispose Orem..Donnola disse piano..non preoccuparti non potevi saperlo

 

 

 

perchè sono qui?disse il giovane Orem..Donnola volle parlare, ma Urugubala la interruppe e disse, non sta a noi sapere ciò che gli Dei stanno facendo.Tu sei guidato da occhi piu saggi dei nostri, non devo dire altro.

null

Non cercare e troverai , non chiedere ti sarà dato, non bussare alle porte e si apriranno per te

Perfino Bella non sa perchè sei qui

Il nano l aveva salvato e si era preso la punizione per lui, Donnola e Coniglio non avevano parlato per amore suo, perchè?

Essi ebbero per sempre la sua lealtà, ma non volevano quella sua, in verità volevano quella di Palicrovol, ma lui non lo seppe mai fino alla fine, troppo tardi per lui e appena in tempo per te

Precedente ARANCE DI BUON AUGURIO DAL SOLSTIZIO AL NUOVO ANNO. Successivo BABAJI